La Scuola Civica di Musica di Cagliari attiva la didattica a distanza (DAD) per garantire il regolare svolgimento delle lezioni a tutti i suoi allievi

Ripartono dal web le lezioni della Scuola Civica di Musica di Cagliari, l’istituzione deputata alla diffusione musicale per la formazione e crescita culturale, sociale e intellettuale della cittadinanza.

Il regolare svolgimento dei corsi, interrotto lo scorso marzo a causa dell’emergenza coronavirus riprende, dunque, sulla rete attraverso l’ausilio di strumenti e piattaforme che permetteranno al corpo docente e agli studenti di lavorare in sicurezza attraverso lo scambio di materiale didattico in forma tracciabile.

L’ausilio della didattica a distanza (DAD) consentirà a tutti gli iscritti di riprendere regolarmente nello studio di tutti i corsi proposti che, in attesa di nuove disposizioni da parte del Governo, potranno essere proseguiti e portati a compimento.

L’insegnamento si snoderà in due modalità di erogazione: una parte sincrona e una asincrona.

La parte sincrona, al fine di evitare che lo studente passi troppo tempo davanti a un monitor, coprirà il 60% della didattica. Il docente di riferimento svolgerà videolezioni da trenta minuti, secondo l’orario concordato.

La parte asincrona, invece, coprirà il restante 40% e consisterà nella trasmissione ragionata di materiali didattici, ascolti, partiture e dispense digitali con successiva rielaborazione e discussione operata direttamente o indirettamente con il docente.

Un importante traguardo per la Scuola Civica di Musica di Cagliari, dunque, che permetterà di tenere viva l’attività didattica, che ci si augura di poter riprendere normalmente non appena la pandemia sarà arginata.

«Ritengo fondamentale che la scuola civica di musica di Cagliari, punto di riferimento importantissimo per tante ragazze e ragazzi che studiano musica nella nostra città, si sia così prontamente adeguata alla nuova operatività della didattica a distanza, imposta dall’emergenza sanitaria che stiamo vivendo», sottolinea l’assessora degli Affari generali, pubblica istruzione, politiche universitarie e del diritto allo studio, politiche giovanili e pari opportunità del Comune di Cagliari Rita Dedola.  «Condivido la modalità ideata e in via di utilizzazione con l’acquisizione del dominio internet specifico della scuola, la registrazione di tutti i docenti e ragazzi e l’organizzazione delle lezioni con una parte sincrona e una asincrona. Tutto questo lavoro è sintomo di una operatività che va nella direzione di alleggerire quanto più possibile i problemi che la fruizione della didattica a distanza comporta. Ringrazio il Direttore, i Docenti, il personale amministrativo per lo sforzo e l’abnegazione nel portare avanti il lavoro; ringrazio anche tutti gli studenti impegnati in questa nuova sfida e l’augurio per ognuno di loro è di saper sfruttare al meglio ciò che questa modalità di insegnamento può dare, in attesa di riprendere “fisicamente” le relazioni con i propri docenti.»

Anche il direttore della Scuola Civica di Musica di Cagliari Ettore Carta esprime grande soddisfazione per il risultato raggiunto, ottenuto «grazie al grande impegno del Comune, della società di gestione Synesis e dei docenti, che permetterà alla scuola di continuare la sua attività con l’innovativa didattica a distanza, particolarmente positiva in una situazione di emergenza sanitaria come questa. Riteniamo infatti importantissimo, in risposta al momento di difficoltà vissuto a causa della pandemia che ci ha colpiti e al conseguente confinamento, proseguire l’attività didattica facendo sentire la vicinanza umana e professionale ai nostri allievi, grazie agli strumenti tecnologici in possesso della scuola e alla stesura di un progetto per l’attivazione del servizio di didattica a distanza.»

Facebook
Articolo creato 174

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto