Domenica 24 novembre alle 19.30 all’Auditorium del Conservatorio di Cagliari in scena la pop opera “Il Templare” di Manuel Cossu con la regia della newyorkese Mary Setrakian

Sarà il palcoscenico dell’Auditorium del Conservatorio di Cagliari ad accogliere, domenica 24 novembre alle 19.30 la prima nazionale della pop opera “Il Templare” che, dopo il successo riscontrato al Teatro Massimo di Cagliari nel 2016, rivive in una nuova veste grazie alla regia, coreografia e adattamento della newyorkese Mary Setrakian (che annovera tra i suoi allievi più illustri Nicole Kidman, Kate Winslet, Filippo Timi e Serena Autieri).

L’opera racconta una storia ambientata nel Medioevo, al tempo della Prima Crociata, e tocca corde emotive profonde e universali. Un patto di fratellanza, una storia d’amore proibito, un odio inestinguibile, sullo sfondo di una guerra che è paradigma della paura dell’essere umano di evolversi.

L’evento è organizzato grazie al contributo dell’Associazione Oneiroi (nata a settembre del 2019) in collaborazione con il Conservatorio di Musica G. P. Da Palestrina di Cagliari e vede la partecipazione degli attori e cantanti Manuel Cossu (autore, inoltre, di musica e parole), Gabriele Broccia, Giovanni Pedditzi, Alice Madeddu, Eva Pagella, Desirée Fadda, Francesca Loche, Sibilla Buttiglione, Gabriele Barria, Pierluigi Carola, Roberta Gaviano e Valentina Calvia.

Importante anche il team organizzativo che struttura l’opera, composto, tra gli altri,  da Matteo Martis alle orchestrazioni, Gabriele Farci alla direzione di palco, Andrea Lai alle proiezioni, Corrado Tolu alla parte audio, Roberta Ginevra Uras alla fotografia, e Derek Bishop alla parte grafica.

“È un grande piacere lavorare con Manuel Cossu, mio studente di canto da quasi 10 anni qui in Italia – afferma Mary Setrakian -, dove ho la fortuna di tornare da 14 anni con il mio lavoro come vocal coach, nonostante viva stabilmente a New York. Ho incontrato Manuel per la prima volta a Roma, dove in seguito è tornato diverse volte negli anni appositamente per studiare con me. Il mio metodo è molto particolare: collega tecnica vocale e vita emozionale, e il talento di Manuel come cantante e attore lo fa risultare, forse, tra i miei migliori studenti di sempre, non solo in Italia, ma in tutto il mondo.”

Il Templare andrà in scena, inoltre, il giorno dopo (lunedì 25 novembre) alle ore 11 per gli allievi di scuole medie e superiori al Teatro Auditorium del Conservatorio.

biglietti si possono acquistare presso il circuito Box Office Sardegna www.boxofficesardegna.it  – tel. 070 657428.

SINOSSI – Gerusalemme, anno 1120 d.C.: 21 anni dopo la presa di Gerusalemme da parte dei Crociati, non c’è pace per la città. L’esercito dei Cavalieri Templari, comandato con pugno di ferro dal Gran Maestro Bertrand de Charlerois, si scontra con i ribelli musulmani, guidati dal capo-popolo Ismael e da sua moglie Yasmina. Al fianco di Bertrand cavalca l’amico d’infanzia e braccio destro, Rafael di Guzman, tormentato, però, da dubbi e rimorsi per le violenze dei Templari. Durante una festa popolare, trasformatasi rapidamente in uno scontro, Rafael si innamora di Sara, una giovane donna del Popolo di Gerusalemme.  Bertrand, in preda alla rabbia, giura di separare la coppia a tutti i costi. Nonostante l’opposizione di Maryam, la madre di Sara, i due amanti decidono di accettare l’aiuto di Ismael e Yasmina, che intendono far fuggire gli amanti da Gerusalemme nella speranza di spezzare lo spirito di Bertrand e di liberare il Popolo dal giogo dei conquistatori.

LA REGIA – Mary Setrakian è nata e cresciuta a San Francisco in California. Risiede a New York da 30 anni e si esibisce professionalmente a New York e Los Angeles, oltre a tenere masterclass di canto rivolte ad artisti di ogni livello professionale. Mary insegna a livello internazionale in Italia, Portogallo, Inghilterra, Australia, Russia e Armenia. L’artista ha conseguito un master in Voice Performance with Distinction presso il New England Conservatory e si è laureata presso la Stanford University in Music/Voice with Honors. Ha studiato al Tanglewood Music Festival con Phyllis Curtain e ha studiato canto con Joan Heller, Mark Pearson, Marie Gibson and Corinne Swall. Mary studia la recitazione da 30 anni, sotto la guida della sua mentore, Susan Batson. Nel corso della sua carriera si è esibita a Broadway e in tour americani ed europei con spettacoli tra cui Il Fantasma dell’Opera (Madame Giry), I miserabili, Hello, Dolly! ed Evita (Eva Peron). Ha debuttato al Carnegie Hall nel musical di Cole Porter “Jubilee” diretto da Herbert Ross. Il one-woman show di Mary, A New York Romance è stato presentato a New York, San Francisco, Charlotte e Los Angeles. Il LA Times ha esclamato: “La chanteuse Setrakian è….splendente!”. Attualmente si esibisce nei suoi concerti attraverso gli Stati Uniti e, in Europa, come solista con Avant Orchestra: Mary Setrakian & Avant Orchestra in Concerto, Broadway incontra il jazz made in Italy, a Milano.

Mary Setrakian ha preparato Nicole Kidman nella performance canora del suo primo musical Moulin Rouge per cui ha vinto il Golden Globe Award e una nomination all’Oscar. E’ vocal coach a Broadway per i membri del cast di Aida, Il Re Leone, Tarzan, La Sirenetta della Disney; in Billy Elliott, in Bombay Dreams di Andrew Lloyd Webber e nel suo ultimo musical Love Never Dies (Sierra Boggess) nel West End oltre che per film musicali tra cui Romance & Cigarettes di John Turturro. Tra gli studenti di Mary cantanti e attori tra cui Mary J. Blige, Kerry Washington, Kate Winslet, Juliette Binoche, James Gandolfini, Milla Jovovich, Annabella Sciorra, Sierra Boggess, Bella Thorne, Trudie Syler, Aida Turturro, Mandy Moore, Bobby Cannavale, la star brasiliana Myra Ruiz e Micky Dolenz della band vintage The Monkeys. In Italia Mary è l’insegnante di Serena Autieri, Filippo Timi, Marco Ligabue, Baby K, Roberta Gambarini, Gala, Andrea Osvart, Violante Placido, i Sei Ottavi e i cantanti di X Factor, Sanremo e The Voice Italia.

Dal 2007 al 2009, Mary è stata Guest Artist presso la scuola di Milano CPM (Centro Professione Musica) fondata e diretta dalla leggenda vivente della chitarra Franco Mussida. A livello internazionale Mary ha insegnato in diverse tipologie di corsi intensivi e masterclass dal 2005 ed è Guest Artist a Roma Film Academy dal 2016.

LA COMPAGNIA – La compagnia de Il Templare nasce nel 2015 con la rappresentazione dello spettacolo in forma di reading al Teatro della Vetreria di Pirri, continuando con un tour in giro per la Sardegna, per concludere a Berlino nel novembre dello stesso anno presso il Korbo Theater. Successivamente, con la collaborazione dell’associazione Los Quinchos, viene rappresentato nell’aprile del 2016, al Teatro Massimo di Cagliari, con la regia di Michela Atzeni, registrando il tutto esaurito in breve tempo. In seguito la compagnia partecipa a diversi eventi e Festival fino all’incontro con Mary Setrakian nel 2018 che porta il suo metodo di canto e recitazione “The Revolutionary SendTM” decidendo poi di seguire l’adattamento e la regia della pop opera.

IL TEATRO – L’Auditorium con l’attiguo Conservatorio Statale di Musica “Giovani Pierluigi da Palestrina”, è situato nel triangolo compreso tra le vie Bacaredda, Sant’Alenixedda e Efisio Cao di San Marco, in una Piazza intitolata a Ennio Porrino, cagliaritano di origine e Direttore del Conservatorio di Cagliari dal 1957 al 1959, musicista di fama internazionale ancora apprezzato e ricordato per le sue composizioni che splendidamente rimandano ai più conosciuti temi popolari della musica sarda. Sia l’Auditorium che il Conservatorio sono stati progettati dall’Ingegner Paolo Porceddu (Cagliari 1921-1999). Il progetto, approvato nel 1964, prevedeva un complesso di lavori distinti in due corpi: il “corpo Scuola” ed il “corpo Auditorium”, integrati però in un unico edificio e, nel 1967, i lavori finalmente avevano inizio. Le rifiniture del corpo Scuola dell’edificio vennero completate nel 1973, ma la struttura venne utilizzata fin dai primi mesi del 1971, anno in cui il Conservatorio si trasferì dalla sede di Piazza Palazzo, poco tempo dopo la Scuola Media annessa. Il nuovo Conservatorio, complesso edilizio particolare, con il suo aspetto imponente e solenne addolcito da alcuni motivi architettonici musicali, come le canne d’organo per il Conservatorio e una tastiera in risalto per l’Auditorium, era stato definito all’epoca come il più moderno e funzionale fra tutti i Conservatori d’Italia e fra i più notevoli d’Europa, soprattutto per l’ottimo isolamento acustico creato per le aule di insegnamento. La costruzione del nuovo Conservatorio, con le sue straordinarie qualità, favoriva così il progresso e il potenziamento degli studi musicali che non potevano e non potranno mai mancare in una città a vocazione artistica come Cagliari. Infatti mentre nel 1971 si potevano contare circa 700 iscritti, attualmente il Conservatorio, divenuto Istituto di Alta Formazione Artistica, può contare oltre 1000 iscrizioni. [Testo per gentile concessione del Conservatorio di Musica G.P. da Palestrina.]

IL TEMPLARE

Iltemplarepopopera.com

iltemplaremusical@gmail.com

facebook/instagram: Il Templare @iltemplarepopopera

Facebook
Articolo creato 142

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto