Stasera a Ploaghe, Fabio Forma presenta il suo romanzo “L’uomo che non vorresti incontrare”

Stasera, alle ore 19.00, al Centro Sociale di Ploaghe in via Pietro Salis 26, si terrà la presentazione del nuovo libro dello scrittore nuorese emergente Fabio Forma. Il volume, pubblicato dalla Bibliotheka, si intitola L’uomo che non vorresti incontrare, e ci descrive due anime e due modi di vedere il mondo che si intrecciano fra Parigi e Borore, due diverse concezioni della vita che, inaspettatamente, cambiano polo, si invertono, scatenando dinamiche imprevedibili, fino ad una conclusione drammatica quanto ricca di speranza. Presenta e modera l’incontro il delegato alla Cultura del Comune di Ploaghe Giovanni Salis, con la partecipazione del professore Giovanni Pala, letture sceniche a cura di Alessandro Pala Griesche, attore di grande sensibilità e esperienza originario di Alghero che darà voce ai passaggi più significativi del libro. L’evento è patrocinato dal Comune di Ploaghe e dalla Pro Loco. Ingresso libero e gratuito. Fabio Forma (Nuoro, 1986) ha studiato Comunicazione alla IULM di Milano e successivamente ha lavorato come operaio generico in un frigo-macello. Ha esordito col romanzo Carne da demolizione (Gaffi, 2013). Ha contribuito con un suo racconto all’antologia Uno sputo di cielo. 27 racconti senza paracadute (Watson edizioni, 2016) e un altro suo racconto è comparso su Le guide ai sapori e ai piaceri, Sardegna 2019 (la Repubblica, 2018). L’uomo che non vorresti incontrare (Bibliotheka, 2018) è il suo secondo romanzo. …Un romanzo di autunnale malinconia che riflette sul senso della vita, che indaga le occasioni perdute e ritrovate, che sonda l’inadeguatezza dell’essere, osservando gli struggenti desideri di un’umanità alla perpetua ricerca dell’amore… Alain e Fabrizio. Due cugini. Due mondi lontanissimi che, per uno strano gioco del destino, vedranno le loro orbite incontrarsi e le loro esperienze trasformarsi in riflessioni che si influenzeranno reciprocamente. Esistenze che si sfiorano, si incontrano e inevitabilmente collidono, andando a sgretolare certezze, percorsi prestabiliti, rette che sembrano tracciate per sempre. È questo che accade alle vite di Alain e Fabrizio, due caratteri agli antipodi e due vite diametralmente opposte: il primo in fuga dalle banlieu parigine verso la Sardegna riarsa dal sole del secondo, costretto a subire la lenta monotonia della vita isolana. Facebook
Articolo creato 78

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto